Tutto in Cialda | Capsule originali e compatibili
Debutto Abbigliamento
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
Centro Moda Cantoni
BCC Laudense
AN.BO LAB
Cremascoli Gomme
Il Film del tuo Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Gioielleria SaliConti
Note di Bellezza | Centro Estetico e Benessere
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Officina Marconi
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Milano Droni
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Centro Medico Sportivo | Sant'Angelo Lodigiano
Isabella e Angelo | Musica per le tue Nozze
Tutto in Cialda | Capsule originali e compatibili
Debutto Abbigliamento
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
Centro Moda Cantoni
BCC Laudense
AN.BO Lab
Cremascoli Gomme
Il Film del tuo Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Sali Conti
Note di Bellezza
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Officina Marconi
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Milano Droni
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Centro Medico Sportivo | Sant'Angelo Lodigiano
Isabella e Angelo | Musica per le tue Nozze

3 domande a Paolo Ruffini sullo Spettacolo “Up&Down”

3 domande a Paolo Ruffini sullo Spettacolo “Up&Down”
In questo articolo vi vorrei parlare di “Up&Down”, nuovo spettacolo teatrale andato in scena lo scorso 14 aprile al Teatro Fraschini di Pavia con protagonisti Paolo Ruffini e cinque attori con Sindrome di Down e uno autistico della compagnia livornese Mayor Von Frinzius.

Ho posto tre domande all’attore toscano, per conoscere meglio questo happening comico con una forte connotazione d’improvvisazione, sorprese e coinvolgimento che ha debuttato il 19 marzo al Teatro Sistina di Roma.
Paolo, come è nato il rapporto con questa compagnia?

“Questa compagnia, lavora ed opera a Livorno da oltre 20 anni ed è composta da circa 90 attori  prevalentemente disabili.

Quattro anni fa, sono andato a vedere un loro spettacolo al Teatro Goldoni e con il direttore Lamberto Giannini, abbiamo deciso di farne uno assieme. Non potendo spostare tutti gli attori, abbiamo deciso di sceglierne 6 ed è così che siamo diventati una compagnia che và  in giro a presentare lo  spettacolo “Up&Down”

Com’è nata l’idea di fare uno spettacolo sulla disabilità come Un grande abbraccio, quello dello scorso anno e questo?

“Sono convinto che se c’è  una cosa in comune fra tutti noi è la diversità. Credo che nessuno sia migliore o peggiore di qualcun altro e che tutti abbiamo delle peculiarità da esibire e sfruttare, anche per far del sano divertimento e della sana comicità. Abbiamo pensato di far un lavoro sull’abilità e disabilità alla felicità, alla bellezza, alla meraviglia e alle cose belle che tutti noi, disabili e non, viviamo quotidianamente. In questo spettacolo esprimiamo il concetto che un limite può diventare un’opportunità e risorsa da poter portare in scena”.

Mi parleresti del rapporto che si è instaurato in questo periodo con questi ragazzi?

“È un rapporto intenso e bello, chi frequenta persone con Sindrome di Down, sa che a volte, questa sindrome ha dentro il nome, una cosa opposta da quello che è. Mi sono accorto che utilizzano una fisicità, come l’abbraccio, che altre persone non usano abbracci. Credo che le persone con Sindrome di Down abbiano una sensibilità differente da chi ha un cromosoma in meno e hanno una confidenza con la vita che, forse, alcune persone si sono dimenticate di avere.  Questo per me vuole significare che le persone ritenute socialmente svantaggiate hanno tanto da insegnar semplicemente osservando come loro vivono la vita e questo fa’ molto riflettere”.

Concludo riportando e condividendo la considerazione di Ruffini sulla diversità: “è una cosa normale essere diversi ed è fondamentale.

Chi arriva ultimo dovrebbe avere lo stesso valore ed energia di chi arriva primo. Nella società di oggi non esiste molto spazio per gli ultimi ma per chi si mostra sui social. Sarebbe necessario  far emerge anche un altro lato del nostro vissuto sociale fatto di ricerca di bellezza, meraviglia, sano divertimento e purezza”. 
un saluto,

Ruggiero Curci

 

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata

Aperture Domenicali Castello Bolognini
Inviaci i tuoi video e diventa un nostro reporter
Dillo a SantangeloTV
La tua pubblicità su santangelotv