Recensione del Film REVENANT - Redivivo

REVENANT – REDIVIVO

(2016 – ALEJANDRO G. INARRITU)

Inarritu, dopo la vittoria del premio Oscar come miglior film per il sensazionale “BIRDMAN” l’anno scorso, torna al cinema dirigendo un eccelso Leonardo Di Caprio in un film di sopravvivenza a dir poco eccezionale. La storia racconta dell’esploratore Hugh Glass (Leonardo Di Caprio) che, durante una spedizione nelle foreste incontaminate americane, viene aggredito ferocemente da un orso e dato per morto dai suoi compagni di viaggio. Glass si ritroverà a dover sopravvivere in condizioni ambientali estreme,sopportando grandi sofferenze fisiche,e anche il tradimento del suo compagno di spedizione John Fitzgerald (Tom Hardy). Grazie ad una grande forza di volontà, Glass cercherà di sopravvivere per potersi vendicare.Inarritu porta sullo schermo un survivor movie (film di sopravvivenza) classico e molto realistico, in quanto molto crudo e violento.

I veri protagonisti del film sono: la natura, in quanto entità imprevedibile piena di insidie, e anche la vita poiché, durante il film, ci si interroga sul valore di quest’ultima e se sia eticamente corretto toglierla ad una persona in qualsiasi caso, in particolare in situazioni di pericolo dettate dal puro istinto di sopravvivenza umana. La sceneggiatura è eccezionale, non presenta buchi di sceneggiatura e la trama riesce ad immergere lo spettatore nella vicenda per tutta la sua lunga durata (2h35) senza mai annoiare.

Lo script presenta dei grandissimi rimandi al western più classico (quello con John Wayne, per intenderci) soprattutto nelle scene d’azione, nella messa in scena della vendetta e nella tensione che si viene a creare durante queste sequenze. Importante è la componente famigliare, in particolare il rapporto padre – figlio che viene reso veramente molto bene solo grazie agli sguardi e i silenzi tra i due personaggi.

Un film che celebra il cinema in tutto e per tutto, concentrandosi di più sulla potenza delle immagini, sui silenzi e sulle grandissime interpretazioni degli attori protagonisti, coinvolgendo lo spettatore totalmente nella storia grazie anche al grandissimo virtuosismo registico di Inarritu e della straordinaria fotografia (creata solo con luci naturali) del due volte premio Oscar Emmanuell Lubezki (GRAVITY, BIRDMAN).

Il regista grazie all’utilizzo di piani sequenza e primi piani sui protagonisti riesce a portare in scena un film molto fisico,doloroso tanto da sentire sulla propria pelle la sofferenza del protagonista. Le prestazioni attoriali sono a dir poco eccezionali, in particolare sono da menzionare quelle di Leonardo Di Caprio e Tom Hardy (entrambi candidati agli Oscar di quest’anno).

REVENANT – REDIVIVO è un’esperienza cinematografica veramente molto coinvolgente. Un film maestoso, imponente, emozionante, a tratti molto allegorico che convince pienamente sotto tutti i punti di vista. Inarritu riesce a superarsi facendo un lavoro ancor più bello e complesso rispetto a Birdman. Un film sulla natura umana più nascosta e oscura e sulla forza di volontà che ci permette di sopravvivere nonostante le grandi avversità della vita.

Un film totale, il primo capoalvoro del 2016.

VOTO: 10

Recensione di Beppe Pozzi

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata