Debutto Abbigliamento
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
Centro Moda Cantoni
BCC Laudense
AN.BO LAB
Cremascoli Gomme
Il Film del tuo Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Gioielleria SaliConti
Note di Bellezza | Centro Estetico e Benessere
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Milano Droni
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Centro Medico Sportivo | Sant'Angelo Lodigiano
Isabella e Angelo | Musica per le tue Nozze
Debutto Abbigliamento
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
Centro Moda Cantoni
BCC Laudense
AN.BO Lab
Cremascoli Gomme
Il Film del tuo Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Sali Conti
Note di Bellezza
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Milano Droni
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Centro Medico Sportivo | Sant'Angelo Lodigiano
Isabella e Angelo | Musica per le tue Nozze

Il Progetto "Girls Code It Better" alle Collodi

Il Progetto "Girls Code It Better" alle Collodi

Presentazione Girlscodeitbetter 9 Aprile 2018

L’Istituto Comprensivo C. Collodi di S.Angelo Lodigiano, ha ospitato e realizzato per il secondo anno un prestigioso Progetto di promozione delle discipline STEM ( Science, Tecnology, Engineering and Mathematics) in ambito femminile, unico nel territorio lodigiano.

Il progetto Girls Code It Better è , infatti, un percorso didattico che ha visto il coinvolgimento di 18 ragazze della Scuola Secondaria di I Grado che, insieme a un insegnante- coach e a un maker digitale, hanno creato un club “ digital friendly” e “ codingaddict”; avvicina le giovanissime alla tecnologia e all’informatica attraverso un approccio pratico e divertente, che permette loro di scoprire le proprie potenzialità e di stimolare l’interesse verso il mondo tecnologico. Durante il laboratorio le ragazze si sono messe in gioco per imparare a programmare, progettare e disegnare con strumenti digitali.

Il progetto Girls Code It Better applica il metodo Lepida scuola, un metodo nel quale  i problemi rappresentano un apprendimento autentico in cui sono essenziali: approcci cooperativi, utilizzo cosciente delle tecnologie, sviluppo delle competenze.

In un mondo sempre più tecnologico c’è bisogno di persone con competenze tecniche: la disponibilità di queste risorse determinerà il successo o meno di un paese. In questa competizione l’Italia sta giocando con solo metà della squadra, senza le ragazze. L’universo femminile infatti sceglie difficilmente percorsi professionali in ambito STEM, nella falsa credenza di non essere “portato”. Le ragazze si avvicinano, quindi,  con difficoltà o in un numero inconsistente, ai campi di maggior appeal per il mercato del lavoro.  Il progetto risponde alla necessità di avvicinarle, in età precoce, all’informatica e all’innovazione tecnologica agevolando un orientamento maggiormente consapevole e aperto a tutti gli indirizzi di studio.
Quello a cui mira il progetto è anche valorizzare le competenze trasversali a tutti gli ambiti formativi ed evidenziare come il digitale si ponga nell’interconnessione tra discipline umanistiche e scientifiche favorendo la spinta creativa.

Tutto il percorso è stato sostenuto da strumenti digitali: nella fase di realizzazione del prodotto, il maker, professionista con prevalente esperienza tecnico-informatica, ha indirizzato lo sviluppo attraverso delle aree strumentali:
 
  • Arduino e automazione
  • Progettazione, modellazione e stampa 3D
  • Web design e web development
  • Programmazione app and gaming (campo scelto dalle ragazze per i propri lavori).
 
Le ragazze, hanno risposto con passione ideando e progettando prodotti ambiziosi che in fase di studio di fattibilità sono stati da loro stesse riportati a obiettivi raggiungibili e dimostrando in tal modo anche il valore del metodo di lavoro che guida il progetto.  Sorprendente la partecipazione registrata e il gradimento riscontrato. I prodotti, frutto di quella passione, saranno presentati da loro stesse nell’ incontro pubblico del 9 Aprile 2018 presso la Scuola Secondaria di I Grado.
Si ringrazia la Dott.ssa Costanza Turrini, responsabile del progetto , per la Società MAW Men At Work,  per il lavoro svolto quest’anno e per la dichiarazione di impegno a volerlo proseguire per il prossimo anno scolastico.

Si ringraziano il maker Alessandro Chachlakis, il Prof. Giacomo Viviani e la docente Cristiana Caronelli, animatore digitale dell’istituto,  per l’impegno profuso.

Si Ringrazia, infine, il personale non docente per la collaborazione dimostrata.

 

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata

Aperture Domenicali Castello Bolognini
Inviaci i tuoi video e diventa un nostro reporter
Dillo a SantangeloTV
La tua pubblicità su santangelotv